Il Valpolicella è un vino rosso prodotto in Veneto, lo stesso vale per il Bardolino. Il Bellini è un cocktail nato a Venezia presso l’Harry’s Bar nel 1948.

Come l’Amarone, il Valpolicella è prodotto da uve Corvina, insieme alle uve Rondinella, Molinara e talvolta Negrara. Il Valpolicella è il vino a denominazione base della zona e può essere prodotto in qualsiasi parte della denominazione Valpolicella. Come a Soave, tutta la zona è stata soggetta a notevoli ampliamenti negli anni 70 per soddisfare la crescente domanda di vino da tavola economico.

Il Valpolicella Classico è una versione migliorata del Valpolicella base, che si riferisce ai vini che provengono dalla zona originale, più centrale e ristretta. Meglio ancora il Valpolicella Classico Superiore, che deve essere invecchiato un anno prima del rilascio e solitamente è prodotto con uve migliori. Nelle mani di un grande produttore come Allegrini, il Valpolicella Classico Superiore può essere un vino sensazionale, con sentori di ciliegia e liquirizia.

Valpolicella Ripasso.

Sempre in tema di vino Valpolicella, esiste una versione conosciuta come Valpolicella Ripasso, che si ottiene prendendo il vino Valpolicella appena fermentato e aggiungendolo alla vinaccia Amarone. Il Valpolicella Ripasso quindi, viene lasciata per un paio di settimane a contatto con le vinacce dell’Amarone, durante le quali esso acquista colore, tannino, sapore e struttura dalle vinacce.

Recioto della Valpolicella.

Il Recioto della Valpolicella, come l’Amarone, è prodotto anche dalle uve più mature che vengono lasciate appassire in appositi strutture. Questo processo concentra gli zuccheri, ottenendo un vino dal sapore dolce. Ma mentre, nel caso di Amarone, tutto quello zucchero viene convertito in alcol, rendendo così il vino secco, la fermentazione viene interrotta per il Recioto della Valpolicella prima che tutto lo zucchero venga convertito in alcol, quindi il vino è dolce. La quantità di Recioto della Valpolicella prodotta è ridotta.

Bardolino.

Il Bardolino è un vino differente, anche se prodotto dalle stesse uve del Valpolicella. Prende il nome dalla città di Bardolino, sul Lago di Garda, ed è caratterizzato da tenui sapori di ciliegia e talvolta un bordo di piccante. Il Bardolino Classico, dall’originale contrada che circonda il paese, è un vino più interessante del Bardolino base. Il Bardolino Chiaretto è una versione frizzante dal colore rosè. Il Bardolino è un vino che va degustato e bevuto fresco. Il produttore di punta di Bardolino è Guerrieri-Rizzardi.

Bellini.

La bevanda estiva caratteristica dell’Italia, il Bellini, è una combinazione di Prosecco frizzante e succo di pesca dolce. La bevanda fu inventata negli anni ’30 presso l’Harry’s Bar di Venezia, dove c’erano delle persone che manualmente lavoravano delle pesche (rigorosamente bianche) per permettere la produzione di questo cocktail. Oggi per produrre il Bellini si usa succo di frutta..